Coinbase, come non pagare le commissioni

Coinbase è un ottimo sito per iniziare a comprare bitcoin, ether e litecoin. Si tratta di una piattaforma molto friendly (e in italiano) che solitamente soddisfa in pieno i neofiti. Questa semplicità si paga, sottoforma di commissioni. E quando i giochi si fanno più sofisticati solitamente si cerca di risparmiare sulle spese. Ecco come fare.


commissioni coinbase
Le commissioni di Coinbase, per transazioni in contanti e con carta di credito

Coinbase  (se vi iscrivete tramite il presente link otterrete un premio di 10 dollari non appena avrete comprato i primi 100 dollari di una delle criptovalute a disposizione) è probabilmente la piattaforma su cui molti di noi hanno fatto i primi acquisti di bitcoin, ether o litecoin. Il sito, di proprietà statunitense ma anche in lingua italiana, è decisamente ben fatto, con un’ottima usabilità. La possibilità di acquistare anche tramite carta di credito lo rende inoltre appetibile per chi preferisce non fare bonifici esteri. Coinbase è quindi la soluzione perfetta per chi è alle prime armi e per chi vuole approcciarsi alle criptovalute con una certa progressività  senza rischiare.

Ma, come facilmente intuibile, questa facilità d’uso ha un costo. Le commissioni Coinbase che si pagano sono infatti di una certa entità. In questa guida vedremo come non pagarle quando si inizia ad essere dei criptomaniaci più esperti.

Coinbase, le commissioni per comprare e vendere

Per l’Italia – o meglio, per l’Europa in generale – le commissioni Coinbase sono pari all’1,49% del controvalore totale dell’operazione per acquisti o vendite inoltrati con valuta fiat (ossia se si è prima proceduto con un bonifico bancario) e il 3,99% se la transazione avviene con la carta di credito.


Ad esempio, se si comprano 100 euro di bitcoin in contanti (dopo aver inoltrato a Coinbase un bonifico) 1,49 euro andranno in commissioni. I costi saliranno a 3,99 euro, sempre per un controvalore di 100 euro, se si acquisteranno i bitcoin con la carta di credito.

A proposito di commissioni su Coinbase, il bonifico bancario non ha costi quando entra mentre quando viene disposto verso il proprio conto corrente costa 15 centesimi di euro.

Un modo per non pagare le commissioni  Coinbase

Ma come non pagare le commissioni Coinbase? Forse non tutti lo sanno ma la società che gestisce Coinbase è titolare anche di un’altra piattaforma, più orientata al trading ma – a parere di chi scrive – anche accessibile a chi non ha un grande esperienza di trading. Stiamo parlando di GDAX. Come su Coinbase anche su GDAX è possibile comprare e vendere bitcoin, ether e litecoin.

Piattaforma GDAX
Come si presenta la piattaforma di trading sulle criptovalute GDAX

I dati di accesso a GDAX sono i medesimi  utilizzati per loggarsi su Coinbase. E medesimi sono anche i cookies, visto che se si è già fatta la login su quest’ultima si è già loggati anche su GDAX.

Tuttavia prima di operare su questa piattaforma di trading è necessario verificarsi con un altro documento rispetto a quello fornito per Coinbase. Se si è fornito in  precedenza la propria carta d’identità, per esempio, poi andrà inviata la patente o il passaporto.

Piazzare un  ordine con GDAX

Espletate tutte le formalità siamo pronti per operare su GDAX per non pagare le commissioni  Coinbase. Di seguito vedremo come fare, passo per passo.


1. Inviare un  bonifico a Coinbase

In primo luogo va inviato del denaro a  Coinbase tramite un  bonifico Sepa. Tramite il proprio  conto corrente va disposto un bonifico estero su un  conto estone. Importantissimo, in questa operazione, non dimenticarsi di inserire nella causale del bonifico il codice fornito dal sito, che permette all’exchange di individuarci come titolari del denaro arrivato. Dopo qualche giorno (da 2 a 4) il denaro è a disposizione.

2. Trasferire i fondi da Coinbase

Il denaro arrivato con il bonifico va trasferito su GDAX. Cliccando su “deposit” nella sidebar destra si accede a una modale chiamata “deposit funds”. Cliccando su Coinbase account si accede a una sezione nella quale è possibile scegliere quanto del denaro depositato su Coinbase trasferire su GDAX.

trasferire fondi da coinbase a gdax
Come trasferire i fondi dall’account Coinbase a quello GDAX

Nell’esempio seguente  abbiamo trasferito 1.000 euro. Come segnalato espressamente il trasferimento è immediato e gratuito.

depositare 1000 euro da coinbase a gdax
Nell’esempio trasferiamo 1000 euro da Coinbase per comprare 1000 euro di bitcoin su GDAX

Cliccando su deposit fund i fondi sono  trasferiti.

avvenuto deposito gdax
Dopo aver dato conferma GDAX ci avvisa che il denaro è depositato

3. Inserire l’ordine su GDAX

Siamo pronti ora a inserire l’ordine su GDAX. Nel nostro esempio abbiamo deciso di inserire un ordine a mercato per il massimo della somma a nostra disposizione, ossia 1000 euro. Abbiamo  inserito – dopo aver cliccato su “buy” (acquistare) la cifra nel campo amount. Il sistema ci ha così calcolato il controvalore totale dei bitcoin comprabili a mercato con i mille euro dell’ordine.

Poi abbiamo cliccato su “Place buy order” (piazza l’ordine  d’acquisto):

Piazzare un ordine per bitcoin su gdax
Nell’esempio piazziamo un ordine da 1000 euro per comprare l’esatto controvalore in BTC

4. L’esecuzione dell’ordine

Dopo aver piazzato l’ordine, visto che è stato inserito “a mercato”, la transazione viene eseguita. Nell’esempio corrente sono stati acquistati circa 0,175 bitcoin

eseguito ordine gdax
Il nostro ordine viene eseguito da GDAX

5. Trasferimento dei bitcon nel wallet

Come prudenza impone meglio trasferire i propri acquisti sul  proprio wallet una volta compiuto l’acquisto. Per farlo basta cliccare su withdraw e inserire il proprio btc address.


Trasferire bitcoin da gdax wallet
Come trasferire i bitcoin comprati da GDAX al proprio wallet

Una modale di conferma comunica l’avvenuto trasferimento nel proprio wallet.

bitcoin trasferiti
I bitcoin sono stati trasferiti e sono al sicuro sul nostro wallet

Se si accede nuovamente a Coinbase tutta la storia vien riassunta.

attività su coinbase
Il riepilogo delle attività su Coinbase

Commissioni Coinbase e commissioni GDAX

La modalità di acquisto appena descritta permette un grandissimo risparmio sui costi di commissione Coinbase. Di seguito quanto ammontano le commissioni su GDAX.

commissioni gdax
Il prospetto delle commissioni di GDAX

Come si vede c’è differenza tra maker e taker. Nel primo caso le commissioni sono addirittura azzerate! Ma qual è la differenza tra maker e taker? Si è maker, sul mercato, quando si inserisce un ordine con un prezzo determinato che si va a posizione sul book di contrattazione. In questo caso si dice che si fa (make) mercato. Si è invece taker quando di inserisce un ordine al meglio o con un limite di prezzo che prende (ossia take) direttamente un livello corrispondente di vendita sul book delle contrattazioni. In questo caso non si sta facendo mercato.

In ogni caso, comunque, il risparmio sull’acquistare direttamente su Coinbase è sostanzioso. Un’opportunità che va pensata una volta che il livello di conoscenza del mondo delle criptovalute lo consente.